La suddivisione dei gradi, deriva dallo judo. Nel corso degli anni Venti, J. Kano, Maestro di judo, diede questo consiglio a G. Funakoshi: "Deve applicare un sistema di gradi, se desidera dare una diffusione al karate". Nel 1924 G. Funakoshi consegna i primi diplomi di 1° dan a S. Kasuya e S. Gima. Da quel momento, gli altri maestri di karate seguiranno questo metodo. All'inizio, come nello judo, esisteva un sistema in cinque gradi, per poi passare agli attuali dieci gradi.

Gi: L'Abito

Nel karate, come in quasi tutte le arti marziali, è uso indossare un abito gi (pronuncia ghi) per l’allenamento. Nel Karate è chiamato karate-gi o più comunemente kimono. È composto da una giacca (uwagi), un paio di pantaloni (zubon), di cotone bianco e da una cintura (obi), il cui colore designa il grado raggiunto dal praticante. Cintura bianca, gialla, arancione, verde, blu e marrone per i gradi inferiori, cintura nera con i vari dan (da uno a dieci) per i gradi superiori. Chi pratica karate sa che il vero “inizio” è quello da cintura nera. Solo da questo livello, infatti, si inizia ad essere consapevoli del percorso e dei mezzi per proseguire nello studio di quest’arte marziale. Pertanto, raggiungere il primo dan di cintura nera deve rappresentare, per il praticante, il punto di partenza di questo meraviglioso viaggio.

©2019 A.S.D. Karate Porto Torres “Dojo T. Kase” | Via Pirandello n. 5 | 07046 Porto Torres (SS) | Cod. Fisc. 92044350905 :: Realizzazione Sito Web Kairos Comunicazione